Salute e Sapore: col Parmigiano si può ! Anche dopo le feste.


Giunti alla conclusione del periodo delle festività natalizie i buoni propositi si sprecano: promesse di una più intensa e regolare attività fisica, ma soprattutto di una dieta più sana ed equilibrata.

Premettendo che ogni alimento può comunque presentare delle controindicazioni (specialmente se consumato in  quantità eccessive)  il Parmigiano Reggiano (nel nostro caso Biologico), anche dopo i grandi cenoni di Natale e Capodanno, grazie alle sue proprietà  eccezionali, può continuare a far parte dei nostri pasti senza particolari restrizioni.





Perché anche i medici consigliano il Parmigiano Reggiano ?


Il Parmigiano Reggiano è considerato uno dei formaggi più salutari dal punto di vista nutrizionale, per una svariata serie di caratteristiche...

Basso contenuto di Lattosio: Il Parmigiano Reggiano è quello col più basso contenuto di lattosio tra i formaggi. Più il livello di stagionatura sale più il livello di lattosio diminuisce. Dai 36 mesi di stagionatura in poi diventa adatto anche per gli intolleranti al lattosio, arrivando a sfiorare quasi lo 0% con la stagionatura di 72 mesi.

Alta Digeribilità  : sempre grazie alla sua lunga stagionatura, le proteine presenti all'interno del Parmigiano sono molto più facili da digerire. Basti pensare che le proteine derivanti dalla carne impiegano mediamente 4 ore per essere digerite, contro i 45 minuti del Parmigiano.

Ricco di Calcio: caratterizzato da un ottimo rapporto calcio-fosforo, che ne facilita l'assorbimento, è uno dei formaggi più ricchi di calcio, appunto. Inutile sottolineare l'importanza di questo elemento per mantenere le ossa in buono stato e prevenire le patologie legate ad esse (prima fra tutte l'osteoporosi).

Ricco di Proteine: Il Parmigiano Reggiano è un alimento estremamente proteico ed energeitco. Questo lo rendere particolarmente adatto anche per i periodi in cui si riprendono le attività sportive, che di solito coincide anche con il terminare delle festività  :) 



Modesto contenuto di Colesterolo: premesso che il Colesterolo nel Parmigiano c'è, è comunque presente in quantità   ridotte (inferiori a 100 mg per etto), inferiori rispetto alla media dei formaggi. Non è sicuramente un valore da bollino rosso (sopratutto se inserita all'interno del quadro nutrizionale generale estremamente positivo), a patto di un consumo responsabile e controllato.

Modesto contenuto di Grassi: i formaggi senza grassi non esistono. Il Parmigiano non fa eccezione, ma ne presenta comunque una quantità moderata rispetto alla media, anche in questo caso. Il contenuto è circa del 29%, inferiore rispetto a quasi tutte le tipologie di formaggio prodotte in Italia.

Modesto contenuto di Calorie
: 100 grammi di Parmigiano Reggiano contengono circa 430 calorie, dunque, non è un cibo ipercalorico. Se assimilato nelle giusta quantità , non è in grado di creare scompensi da questo punto di vista.

Biologico (quando lo è): aspetto assolutamente da non sottovalutare. Come abbiamo spiegato sopra, Il Parmigiano Reggiano è un prodotto ottimo già di per se , se poi lo si produce secondo parametri bio, arriva a raggiungere livelli di eccellenza davvero, davvero elevati ! La certificazione CCPB è quella che viene solitamente presa come riferimento per questo settore, ma approfondiremo maggiormente l'argomento in un prossimo articolo.


In definitiva, possiamo dire che anche dopo le grandi abbuffate delle feste, un pezzo di Parmigiano a tavola non ce lo può togliere nessuno !